Che cosa vedere in Istria?

1. L’anfiteatro romano di Pola - Arena

L’anfiteatro romano di Pola s’erge sul tratto nord-orientale del porto cittadino. Costruito interamente con blocchi di pietra calcarea estratta dalle cave locali. Eretto per svolgervi i combattimenti dei gladiatori, all’apice del suo splendore aveva una capienza di 20.000 spettatori !!!

Il suo muro esterno, perfettamente conservato, è alto 30 metri ed è articolato in tre ordini grazie alla sovrapposizione di due serie di 72 archi ciascuno.

2. La Basilica Eufrasiana a Parenzo

La Basilica Eufrasiana è parte del patrimonio culturale dell’umanità sotto l’egida dell’UNESCO. Nota come uno dei migliori esempi dell’arte bizantina del VI secolo. Eretto sulle fondamenta di alcune basiliche più antiche, risalenti al IV e V secolo, questo complesso comprende la chiesa, l’atrio ed il battistero. Quest’ultimo conserva tutt’oggi alcuni mosaici appartenenti alle costruzioni preesistenti.

3. “Baron Gautsch”

Nave passeggeri austriaca affondata nel 1914, la “Baron Gautsch”, è adagiata sul fondo del mare a 40 metri di profondità. Questo relitto perfettamente conservato trasuda atmosfere da “belle epoque”.

4. Sant’Eufemia - Rovigno

Il suo campanile è l’edificio più alto di Rovigno, sormontato da una statua dorata raffigurante sant’Eufemia, è una fedele copia del campanile della basilica di San Marco a Venezia. La statua funge da segnavento, indicando la direzione del vento con la sua mano destra. La chiesa di Sant’Eufemia è il maggiore edificio barocco dell’Istria. Da esso si protende una magica veduta che abbraccia la città intera e l’arcipelago che la circonda.

5. Cattedrale di Pola

Si tratta di una chiesa eretta nel V secolo attorno ad un sarcofago romano del III secolo che ancor oggi funge da altare. Sul essa pavimento sono visibili frammenti musivi del V e VI secolo.

6. Golfo di Leme

Il golfo di Leme è un’insenatura di oltre 10 km che ha l’aspetto di un fiordo. Questo paesaggio naturale protetto è nato dall’alluvione del terreno carsico e si trova vicino a Rovigno da dove si possono prendere le escursioni in barca.

7. Motovun (Montona)

La passeggiata per le mura di Motovun è anche un viaggio a ritroso nel tempo: tanto più salirete per le sue mura fortificate, quanto più lontano vi spingerete nel suo passato. Arrivati in cima, godetevi il panorama della vallata del fiume Mirna. Motovun (Montona) è il borgo medievale fortificato meglio conservato di tutta l’Istria, noto per il suo recente festival cinematografico,

8. Hum (Colmo)

Hum viene menzionato per la prima volta in un atto di donazione di Urlich II al patriarca d’Aquileia del 1102. In quel periodo nascono anche gli affreschi di Hum, opere d’arte che meritano tutta attenzione. Con i suoi 17 abitanti, Hum (Colmo) è entrata ufficialmente nel Guinness dei primati come la più piccola città del mondo. 

9. Rt Kamenjak

Capo Promontore (Rt Kamenjak) è il punto più meridionale della penisola istriana. Questa è un’area naturale intatta ricca di animali selvatici e tanto pesce (stretta fascia di terra lunga 9,5 km e larga soltanto 1,5 km ). L’area di Capo Promontore è aperta ai sub, ai pescatori sportivi ed a chiunque che, amando la natura e l’avventura, sia pronto non solo a godere delle sue bellezze, ma anche a proteggerle. Sua area é proclamata parco naturale.

10. Brioni

I Brijuni sono ritenuti come uno dei più begli arcipelaghi del Mediterraneo. L’arcipelago di isole di Brioni si trova sulla costa sud occidentale dell’Istria nelle immediate vicinanze di Pola. Questo é l’unico parco nazionale in Istria. Consiste su 14 isole, di 736 ettari di superficie, che sono ancora oggi un gioco unico della natura.

-